In occasione del suo ventennale, il Centro per l’Integrazione Attiva e Partecipata dell’Ateneo di Catania ha deciso di organizzare un Convegno Internazionale con l’obiettivo di rafforzare il ruolo ed il significato del lavoro svolto nei confronti degli studenti e della comunità universitaria.

Il Convegno si terrà a Catania, presso il Monastero dei Benedettini, nei giorni 5 e 6 novembre dalle ore 9,00 alle 19,00.

Il tema scelto è la diversità intesa come valore e ricchezza nella definizione dell’identità di ciascuna persona, rapportata agli ambiti della scienza e dell’arte per evidenziare le interpretazioni innovative e personalizzate della realtà che ci circonda. L’idea è nata dall’intenzione di andare controtendenza, di oltrepassare i limiti dei condizionamenti e dei preconcetti legati alle disabilità per scoprire che teorie scientifiche ed espressioni artistiche possono integrarsi generando nuove forme di resilienza. Si parlerà, dunque, di diversità come valorizzazione delle identità ponendo al centro la persona e l’espressione di se stessi nel mondo.

In occasione del Convegno professionisti, scienziati e artisti, tra i quali il neuroscienziato Giacomo Rizzolatti, il professor Ross Cooper, l’ètoille Sabrina Brazzo, il fotografo Christian Tasso, la professoressa Paola Salvi, la fashion designer Samanta Bullock, dialogheranno sulla possibilità di guardare oltre presentando teorie, intuizioni e lavori d’ingegno che esprimano le potenzialità dell’individuo e l’importanza della diversità come spazio critico di riflessione e di inclusione: arte e scienza allo specchio come elementi imprescindibili dell’essere uomo.

I locali in cui si svolgerà il Convegno ospiteranno, inoltre, in entrambi i giorni, la mostra fotografica “Fotografia astratta, al di là del visibile” a cura dell’Associazione Notturno ONLUS che si impegna attivamente nell’integrazione delle persone diversamente abili attraverso l’arte. La mostra è stata esposta per la prima volta a Milano presso l’Istituto dei Ciechi nell’ambito del Photofestival Europeo 2019.

Essa nasce da una suggestione inedita: si può vivere un’immagine percependone anche i profumi, toccandone le emozioni che essa trasmette e ascoltandone la melodia? Le fotografie esposte saranno installazioni da vivere con tutti i sensi, attraverso fragranze, oggetti e suoni evocativi, diventando accessibili a vedenti e non vedenti.

Il progetto fotografico in mostra è frutto di un percorso di collaborazione durato un anno tra gli studenti di Istituto Italiano di Fotografia e col fotografo Massimo Cangelli e la filosofa Debora Di Cugno dell’associazione Notturno ONLUS. Gli studenti del Corso Professionale Biennale di Fotografia e del Corso Serale Annuale di Fotografia Full Advanced hanno affrontato un percorso sensoriale tra i colori dell’invisibile, producendo immagini poetiche e fuori dall’ordinario che riflettono sui tanti modi di percepire il mondo con differenti punti di vista. Gli studenti si sono confrontati con persone cieche ed ipovedenti cercando di approcciare il visibile attraverso la sinestesia, ovvero intuendo la realtà con l’utilizzo di tutti i sensi, e facendo riecheggiare la riflessione nelle immagini. Buio, invisibile, ombre, immaginazione, mosso, sfocato, forme riflessi fuori fuoco, closeup sono i concetti base che hanno dato origine agli scatti in mostra che rivelano un invisibile che si svela a chi sa guardarlo.

L’esperienza sensoriale sarà arricchita da un’ulteriore momento di sensibilizzazione al tema delle disabilità sensoriali a cura dell’associazione Notturno ONLUS e dell’Associazione Musicoterapeuti Professionisti siciliani con la coreografa, danzaterapeuta Paola Fiore e il musicista polistrumentista, musicoterapista Umberto Arcidiacono.

Si ringrazia, inoltre, la preziosissima collaborazione dello sponsor tecnico HP che continua con entusiasmo a sostenere il progetto fotografico dell’associazione Notturno ONLUS in tutta Italia.

I fotografi in mostra sono: Acquaviva Valentina | Biagini Micaela | Candusso Sabina | Carmosino Anna | Cattelan Annalaura | Galizzi Milena | Guastella Irene | Hulnaza Karymava (Cristina Ceglie) | Lanno Andrea | Lotto Matteo | Matteo Colombo | Mazzara Bologna Stefania | Paba Marta | Passadore Violante | Pravettoni Riccardo |Raffaele Beatrice | Salito Gorino | Verri Davide